Presentazione

Suoni in movimento

L’iniziativa Suoni in Movimento si ripropone per la II edizione, in considerazione dei positivi risultati e consensi della programmazione 2018. Per l’edizione 2019  sono state scelte in prevalenza le sedi della rete museale Biellese che non hanno mai ospitato l’evento musicale, accanto ad alcune sedi storiche particolarmente apprezzate dal pubblico. I Percorsi sonori suddividono la programmazione in aree tematiche nuove, permettendo al pubblico di incuriosirsi al fine di conoscere nuovi sorprendenti  spazi, suggestivi, insoliti testimoni del passato del territorio,  in cui far rivivere l’arte di vario genere integrata con forme musicali di aspetto assai vario. Lo scopo dell’iniziativa integrata con la Rete museale riveste vari aspetti e contribuisce alla creazione di un “sistema culturale biellese” volto farne comprendere il patrimonio artistico sia alla  popolazione del territorio che talvolta ne ignora l’esistenza, sia ad un pubblico extra-regionale, sia alle nuove generazioni fornendo l’opportunità di mantenere viva la memoria storica e delle tradizioni locali, in quanto frequentemente esistono radici e collegamenti che portano lontano dalla provincia, intrecciando vicende o personaggi che in epoche diverse hanno onorato le origini di appartenenza.

I concerti saranno molto variegati nel genere: jazz, cross-over, musica contemporanea, musica barocca, lirica, classica, prime esecuzioni di giovani compositori, ecc.

La qualità artistica come da esperienza consolidata a cura della Direzione Artistica dell’associazione, si affiderà a validissimi interpreti di provenienza nazionale ed europea che a loro volta cureranno anche l’aspetto di introdurre i programmi proposti con adeguata dialettica.

Il Percorso Giovani, molto apprezzato dal pubblico, costituisce un’ampia presenza e si snoda intrecciandosi con i percorsi tematici. Anch’esso rinnovato,  prevede prove aperte al pubblico in alcune sedi e persegue l’obiettivo di promuovere giovani interpreti all’interno del circuito concertistico italiano; a questo scopo  gli esecutori sono vincitori di borse di studio e di importanti riconoscimenti, provenienti da Istituzioni di Alta Formazione musicale europea. Importante sarà la presenza dei primi classificati delle singole categorie e del vincitore assoluto di Amadeus Factory il primo contest-show dedicato ai giovani talenti dei Conservatori italiani organizzato da Amadeus, il principale magazine di musica classica in Italia. Il Percorso Giovani avrà anche lo scopo di inserire nei programmi opere di aspiranti compositori allievi principalmente del Conservatorio di Torino da eseguirsi in prima assoluta. Il progetto testimonia l’impegno nella ricerca di nuovi linguaggi e nella promozione e nella promozione delle espressioni della contemporaneità, rivolgendosi ad un pubblico sempre più vasto con particolare riguardo alle giovani generazioni.

Tutti i concerti saranno a ingresso gratuito e preceduti da una visita guidata a cura degli operatori delle sedi museali.

PERCORSO: PERSONAGGI ILLUSTRI

Importanti sedi e Palazzi storici del biellese nei quali illustri personaggi ne tracciarono le origini e la storia, lo sviluppo industriale, la crescita economica e la valorizzazione del territorio, portando le loro azioni oltre i confini locali, permettendo così di essere ricordati e celebrati ancora ai giorni nostri per le loro gesta o le loro vite esemplari. Al loro fianco nella rassegna, illustri e geniali compositori  rivivono attraverso eminenti interpreti.

Domenica 2 giugno a Biella Palazzo Gromo Losa, Maurizio Losa di Prarolo, nobile salussolese che diede origine al ramo dei Gromo Losa e ne tracciò la storia abitando il palazzo fino alla fine dell'Ottocento viene celebrato accanto a Ermanno Wolf Ferrari, illustre compositore non così conosciuto come i più celebri colleghi della storia della musica ma degno di importante rivalutazione, in questo caso delle opere di musica da camera. A seguire domenica 9 giugno sanno protagonisti il Rinascimento biellese a Palazzo Ferrero con le vicende legate alla famiglia Ferrero importante committente di opere d’arte e la musica del Goldberg Ensemble guidato dall’ ”illustre” Luisa Sello, artista sostenuta dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Talento straordinario ed eccellenza italiana, Ambasciatrice della musica e della cultura italiana, Luisa Sello è una delle personalità più interessanti dell'arte contemporanea, e uno degli interpreti più acclamati della musica colta. A Casa Zegna di Trivero residenza dell’illustre storica famiglia imprenditoriale biellese, domenica 16 giugno sarà di scena il Duo Eminent, giovani musicisti, già illustri per i riconoscimenti a importantissime competizioni internazionali. E ancora una sede storica a Biella Piazzo, domenica 23 giugno con il Trio Des Alpes nella residenza biellese nel corso dei secoli dell’illustre famiglia La Marmora che farà da cornice alla famiglia Mozart e a scene e percorsi di vita talvolta sorprendentemente comuni. Il percorso dei Personaggi Illustri si conclude a Muzzano domenica 30 giugno con la figura di Antonio Bertola, avvocato ed ingegnere militare che operò a Torino e nel 1706 fu nominato capo degli ingegneri per la difesa della città, nel 1708 Primo Architetto civile e militare, qualifica mai attribuita in precedenza. Il più grande architetto musicale della storia fu Johann Sebastian Bach e la sua musica è più vicina alla perfezione matematica di ogni altra musica: personaggi illustri in ambiti diversi posti in relazione attraverso le loro opere. Per questo appuntamento il giovanissimo interprete che apre il Percorso Giovani è il violinista Roberto Arnoldi.

PERCORSO DEI MUSEI E DELLE MONTAGNE BIELLESI - Percorso Giovani

Parecchie sedi museali sono situate sulle Prealpi biellesi in posizioni suggestive e in località turistiche; esse sono esempio di straordinaria architettura, di forti testimonianze del passato e di luoghi rappresentativi dell’identità del territorio. In questi siti è stata individuata la scelta di convogliare la maggior parte dei concerti del Percorso Giovani: passato e futuro, nuove generazioni aiutano a mantenere viva la memoria storica e rafforzare l’interesse per le tradizioni locali. Domenica 14 luglio a Sordevolo a seguito della visita al Museo della Passione, aprirà il Percorso Giovani il Trio Evocation di provenienza croata vincitore di innumerevoli primi premi tra i quali il II Concorso Internazionale di Musica da Camera P.Ruminelli di Ossola. Domenica 21 luglio a Pray il Trio Chagall composto da giovanissimi esecutori non ancora ventenni, formatosi presso il Conservatorio di Torino e vincitore della sezione di Musica da Camera di Amadeus Factory eseguirà anche un brano di Gabriele Cosmi, classe 1988, già affermato compositore pubblicato da importanti case editrici musicali. Domenica 28 luglio presso il Santuario di San Giovanni d’Andorno in concomitanza con la mostra dedicata a Maria Callas, il duo De Vita-Bonuccelli eseguirà arie liriche che fecero parte del repertorio del leggendario soprano. Conclude il Percorso dei Musei della Montagne biellesi un insolito duo strumentale di giovani interpreti che prediligono le tessiture basse ricche di repertorio brillante, Camilla Patria e Tommaso Fiorini domenica 4 agosto alla Trappa di Sordevolo.

PERCORSO DEI METALLI: IL FERRO E L'ORO

Percorso giovani esecutori e giovani compositori

Il ferro e l’oro, due metalli che danno la possibilità di percorrere un viaggio nel tempo e approfondire la conoscenza del territorio biellese: dai ritrovamenti di Salussola relativi ai Victimuli, civiltà che in epoca romana si recava nella Riserva Naturale Speciale della Bessa in zona Vermogno per cercare e raccogliere l’oro di cui era ricco il territorio, alla sezione archeologica del Museo del Territorio Biellese che ne custodisce importanti testimonianze archeologiche. Non meno importante l’industria del ferro che dalla fine del  Cinquecento venne impiantata a Netro, dove ora nelle Officine Rubino sono custoditi attrezzi, campionari, macchinari, disegni, manuali che testimoniano l’evoluzione dei sistemi di lavorazione. Il percorso prevede domenica 25 agosto a Netro presso il Centro di Documentazione sulla lavorazione del ferro la partecipazione del giovanissimo pianista David Irimescu vincitore assoluto di Amadeus Factory 2018 che in una recente intervista dichiara che “la musica ti forgia”; oltre ai brani di repertorio in programma eseguirà un brano di Daniele Di Virgilio, entrambi allievi del Conservatorio di Torino.  Domenica 1 settembre a Biella Museo del Territorio e domenica 8 settembre a Salussola, protagonista sarà la musica del flauto d’oro di Mario Carbotta e del repertorio del secolo d’oro della musica dell’Ensemble Marino. Il Percorso dei metalli svolto come viaggio nel tempo, e il Percorso giovani si conclude a Vermogno nel Museo dell’Oro e della Bessa domenica 15 settembre con la giovane violinista e compositore biellese Anais Drago, vincitrice della sezione jazz di Amadeus Factory 2018 che con  Solo Project e altri progetti compie tour in tutta Europa.

PERCORSO DELLA VITIVINICOLTURA: LE RAFFINATEARMNIE DEI VINI DEL TERRITORIO BIELLESE

Il piccolo territorio Biellese nasconde un tesoro enologico glorioso. Qui si producono ancora nobili vini che hanno fatto la storia, un tempo apprezzati presso le Corti di tutta Europa grazie alle caratteristiche geologiche, climatiche e ambientali uniche nel panorama vinicolo italiano. Dalla cellula di Candelo dedicata alla vitivinicoltura che documenta l'antica vocazione agricola dei candelesi, con un mosaico museale, fatto di oggetti, tecniche, strutture, materiali presenti all'interno di alcune cantine, alla terra di produzione di rinomati vini di Viverone con la visita al Centro di documentazione del Lago; due appuntamenti domenica 22 e domenica 29 settembre arricchiti da armonie di suoni e raffinati repertori affidati agli strumenti del Trio Rospigliosi e alla voce e al pianoforte di Ljuba e Attilio Bergamelli.

documenti scaricabili